Manifesto

Rancore, il rapper padrino dell’evento di inaugurazione di ReWriters: 20 luglio 2020, Museo MAXXI, Roma
(ph. Serena Clessi)

Manifesto dell’Associazione Culturale ReWriters

Eugenia Romanelli, founder

I Rewriters sono i riscrittorə dell’immaginario della contemporaneità.

Il mondo è cambiato, è in atto una rivoluzione. Solo chi non vuole vederla non la vive. Tante persone, sparse in luoghi differenti, da sole o insieme ad altre, hanno iniziato a costruire nuovi universi di senso, a disegnare altri panorami culturali.
La sveglia è suonata, i limiti possono diventare orizzonti, gli atti solitari una visione condivisa: a partire da sè, ma in relazione agli altri, nell’ascolto, nel dialogo, nella condivisione.

Ci piace l’idea di accendere con luci brillanti quello che sembra già visto e, se è vero che le differenze sono un valore, che un punto di vista è solo la vista da un punto, per noi quella della molteplicità è l’unica via.

È ovvio che per raggiungere obiettivi come questi ci sia bisogno del pensiero divergente, creativo, laterale, ma per noi, forse, neanche questo è abbastanza: in un mondo dove trasgredire è diventato regola, non ci interessa la trasgressione perché non ci interessano le regole. Vogliamo piuttosto usare intuizione e consapevolezza come metodo e la memoria come sfida al futuro.

E dato che tutto cambia ogni settimana, ogni giorno, ogni ora, dato che l’arte cambia, come la scrittura, la musica, il cinema, il teatro, la politica, la cucina, le immagini, l’ambiente, la vita, i Rewriters sono una comunità che si interessa di tutto quello che c’è perché tutto è importante.

Basta aprire le orecchie, gli occhi, basta alzare le antenne e lasciarsi andare al flusso. Per accorgersi che niente è più come prima e che c’è tutto da reinventare.

Ernesto Assante, Direttore Artistico di ReWriters

I temi su cui ci impegnamo sono:

  1. Giovani: giustizia intergenerazionale
  2. Crisi climatica, sostenibilità, ecologia profonda, ecosofia, geoetica
  3. Antispecismo
  4. Cultura bioetica
  5. Diritti civili, diritti umani, pari opportunità, giustizia sociale, diritti delle minoranze
  6. Gender equity, antisessismo, contrasto alla violenza contro le donne, femminismi
  7. Diversity, inclusion, equality
  8. Antirazzismo, contrasto alle discriminazioni BIPOC, educazione interculturale
  9. Contrasto all’abilismo, all’ageismo, al bullismo
  10. Queerness, diritti LGBTQI+, intersezionalità
  11. Educazione affettiva, salute mentale
  12. Intelligenza collettiva e cooperazione come chiave di sviluppo
  13. Linguaggi inclusivi, comunicazione non-violenta (linguaggio giraffa), etica dei media
  14. Digital responsability
  15. Worklife balance

Comitato Scientifico del Manifesto

I singoli componenti hanno il compito di esprimere pareri, non vincolanti, sulle proposte di modifica del Manifesto e, in particolare, sulla rispondenza delle eventuali modifiche con i principi ispiratori del Manifesto

  • Erri De Luca, scrittore, alpinista
  • Paola Di Nicola, giudice cassazionista, premiata più volte per l’impegno contro la violenza sulle donne e gli stereotipi di genere, tra cui il Premio dell’Unione Europea Women Inspiring Europe e dell’European Institute For Gender Equality (EIGE)
  • Vincenzo Falabella, Presidente di FISH, Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap
  • Gianluca Felicetti, Presidente della LAV, associazione animalista riconosciuta dallo Stato Italiano
  • Fridays For Future, originato da Greta Thunberg, è un movimento ambientalista internazionale studentesco attivisti sulla prevenzione del riscaldamento globale e il cambiamento climatico
  • Vincenzo Miri, Presidente di Rete Lenford, associazione impegnata nella tutela legale dei diritti delle persone LGBTQI+
  • Silvia Peppoloni, founder di IAPG – International Association for Promoting Geoethics, è tra maggiori esperti a livello internazionale di Geoetica
  • Massimo Recalcati, psicoanalista, saggista e accademico italiano
  • Francesca Vecchioni, founder di Diversity Lab, no-profit impegnata nel diffondere la cultura dell’inclusione in tutti i contesti chiave per l’impatto sociale: media, aziende, istituzioni, luoghi di lavoro
15 giugno 2020: nasce ReWriters al Museo MAXXI di Roma

Condividi: