Chi siamo

Eugenia Romanelli, founder (Ph. Guido Fuà)

ReWriters è una testata giornalistica digitale registrata al Tribunale di Roma (n. 17/2020 del 30 gennaio 2020) di Eugenia Romanelli, Presidente dell’Associazione Culturale ReWriters. L’Associazione ha la mission, attraverso la testata, di diffondere i principi del Manifesto ReWriters, rappresentato dal cultural brand ReWriters, marchio registrato di cui l’Associazione è licenziataria in via esclusiva.

Drusilla Foer (Ph. Filiberto Mariani)

Nel giro di un anno, attorno alla testata, all’Associazione e al Manifesto è nato un movimento culturale che ha l’obiettivo di riscrivere l’immaginario della contemporaneità per costruire nuovi paradigmi che possano orientare le prossime generazioni nello sviluppare buone pratiche.

Bebe Vio (Ph. Angelo Franceschi)

Oggi i “rewriters” sono una comunità valoriale che pone la collettività e il bene comune al centro e che, in nome della giustizia intergenerazionale, si assume la responsabilità di promuovere ogni tipo di sostenibilità, una relazione di reciprocità con l’ambiente e con le altre specie animali, di contrastare sessismo, omolesbobitransfobia e razzismo, di fare innovazione con approccio bioetico ed ecosofico, di favorire la fioritura di una società pluralista e inclusiva, capace di cooperare e di garantire pari diritti e opportunità, trasformando l’attuale visione egologica in una più evoluta visione ecologica.

Francesca Lovatelli Caetani

I rewriters sono dunque attivisti vocazionali laici che riscrivono la materia dell’oggi a partire dalla cultura, dall’arte, dall’informazione (edutainment+infotainment): performing art, on screen, musica, sessualità, letteratura, moda, comics&games, food&wine, clubbing, tecnologia e web, cultura queer, post feminism, travel, diritti, cooperazione, solidarietà, integrazione, identità europea, salute, astrologia, bambini e infanzia, animali, ambiente, sostenibilità, satira, sport.

Greg (Ph. Filiberto Mariani)

Il Mag-Book
L’Associazione promuove i valori del suo Manifesto rappresentati dal cultural brand ReWriters anche attraverso una collana editoriale indipendente e autoprodotta, un mag-book – libro tascabile mensile in tiratura limitata (ne stampiamo solo 1000 copie al mese) con la copertina da collezione creata in esclusiva per ReWriters dagli artisti Sten Lex, Lucamaleonte e ivan, e firmata dall’Art Director Laura Marinelli: dentro, una pioggia di articoli di grandi firme della contemporaneità e di giovanissimi (under 25) che, con sguardo di rottura e indole freak, raccontano fenomeni presenti, passati e futuri di ciò che accade nelle varie declinazioni della cultura internazionale con il doppio obiettivo di guidare il lettore alla scoperta di un nuovo mondo artistico e culturale ad alto tasso di godibilità e di qualità, e di stimolare il pensiero critico sul modo in cui viviamo.

Luca Barbarossa (Ph. Filiberto Mariani)

Dal gennaio 2021 la collana editoriale passa dalla direzione di Ernesto Assante a quella di Vera Risi e Eugenia Romanelli, inaugurando la partnership con The Factory Paper, e lancia 12 numeri monotematici: Pianeta terra, Moda, Queer & Co, #PostFeminism, Salute, Food&Wine, Musica e arti, Solidarietà-diritti-integrazione, Tecnologia e web, Comics&Games, Sullo schermo, Animali.

Nancy Brilli

La community
Il sito rewriters.it, oltre ad ospitare la testata digitale ReWriters e veicolare l’omonimo cultural brand, è anche un aggregatore di blogger, vlogger, youtubers, podcasters (testi, voce, foto, video), in linea con i principi del Manifesto. I Rewriters della community rewriters.it sono i nostri autori (che sono quindi in contatto diretto con i nostri lettori) ma anche gli stessi lettori del magazine che, oltre a fruire dei contenuti che produciamo, sono essi stessi produttori di contenuti – attraverso il gruppo Telegram di ReWriters, a cui risponde direttamente la nostra founder, Eugenia Romanelli – in quanto si riconoscono appunto, nella nostra community di “riscrittori”. La nostra community si ritrova anche su Spotify – ReWriters, un account che raccoglie le playlist di tutti coloro che vogliono esprimere il loro “rewriting” attraverso un mood musicale.

Cristina Bowerman e Eugenia Romanelli (Ph. Filiberto Mariani)

La radio
Fiore all’occhiello è ReRadio, la radio di Ernesto Assante che trasmette h24 anche da Repubblica.it, con un palinsesto Rewriters in collaborazione con Angelo Pinna. Nella programmazione si può ascoltare di tutto, dalla world music alla dance, dall’hip hop alla canzone, dal reggae al pop, con una selezione di brani che spazia tra stili e suoni sempre diversi, con un occhio di riguardo alla grande storia del rock. Oltre alla musica ci sono anche una serie di trasmissioni, dal Podcast Show con Gino Castaldo, alle serie dedicate agli anni Ottanta o agli anni Duemila, condotte da Prince Faster, alle selezioni dance, i “Mix it up” di Alessandro Amati, alle conduzioni musicali di Marta Squicciarini e Maura Cenciarelli. ReRadio può essere ascoltata via smartphone, computer e tablet e viene aggiornata ogni mese.

Eugenia Romanelli e Max Gazzè (Ph. Filiberto Mariani)

La foto del giorno
Una sezione è dedicata alla fotografia: il progetto Daily Pic, in collaborazione con Luisa Briganti, direttrice del Centro Sperimentale di Fotografia Ansel Adams e con la galleria fiorentina Crumb Gallery – Women in arts, seleziona ogni giorno giovani talenti e li lancia sul giornale digitale e sui canali social di ReWriters, con la possibilità di essere selezionati dalla fotografa Letizia Battaglia per esporre in una collettiva al ReWriters fest. o presso Crumb Gallery: Crumb, infatti, insieme a ReWriters, ha lanciato una Call 4 Artists riservata alle donne dal titolo Cherchez la femme.

Livio Beshir (Ph. Filiberto Mariani)

La copertina invece, foto che apre quotidianamente il nostro sito, è uno scatto inedito a firma dei maestri Fabio Lovino e di Guido Fuà, e si ispira al tema del mese, scandito dal mag-book.

Serena Dandini

La vignetta del giorno
La sezione dedicata al vignettismo, alle illustrazioni e al fumetto è invece curata dalla giovanissima Elisa Castellano, founder di Spaghetti Comics, e dal maestro Fabio Magansciutti, in collaborazione con la scuola di illustrazione Officina B5 e sostenuta da Vauro: ogni giorno selezioniamo una vignetta, disegnata da giovani talenti emergenti o da grandi firme del campo, e la lanciamo sul giornale digitale e sui canali social di ReWriters, con la possibilità di essere selezionati per esporre in una collettiva al ReWriters fest.

Angelo Cricchi

ReWriters Web Art Gallery
E’ una galleria d’arte web pensata da Eugenia Romanelli, founder, nel 2005, della prima web art gallery europea, BaZart, diretta da Luca Beatrice, per cui vinse il Premio Web Italia, a cura del Ministero per le Pari Opportunità, lanciando in orbita artisti come Federico Solmi e Giacomo Costa. La collezione, a cura della giornalista di La Repubblica Rory Cappelli, gallerista della Crumb Gallery di Firenze, la prima in Europa dedicata solo alle artiste donne e partner di ReWriters, in un solo anno di vita vanta opere di street artist importanti come Sten Lex, Lucamaleonte e ivan, ma anche lavori del maestro italiano dell’illustrazione Fabio Magnasciutti e del vignettista Vauro, del fotografo Guido Fuà, firma delle copertine dei più importanti magazine italiani e internazionali, un’opera di linoleumgrafia costituita da 9 piccole opere autonome, dell’artista Xil.O., i 13 scatti vincitori della sezione Daily Pic, a cura della photoeditor Elena Fabretti, selezionati dalla regina assoluta della fotografia nostrana, Letizia Battaglia, e altro ancora. Tutte le opere della collezione sono state realizzate dagli artisti appositamente ed in esclusiva per la ReWriters Web Art Gallery, a cui sono state donate, per sostenere le attività dell’Associazione Culturale ReWriters e il suo Manifesto.

Vauro

Il Premio
Infine, il Premio ReWriters: vinto nella prima edizione del 2020 dall’atleta paralimpica Bebe Vio, e nell’edizione 2021 da Serena Dandini e Loredana Bertè, ogni anno il nostro movimento culturale premia con un’opera d’arte chi ha contribuito a riscrivere l’immaginario della conteporaneità.

Karma B.

ReWriters Game-changer
Ogni mese, Eugenia Romanelli, founder di ReWriters, intervista in diretta streaming il o la ReWriters Game-changer, ossia colui o colei che riteniamo essere un changemaker, un attorə di cambiamento valoriale delle modalità con cui attraversiamo questa esistenza e conviviamo su questo pianeta: politicə, imprenditorə, scienziatə, professionistiə, attivistə, artistə, intellettualə, etc, che si sono contraddistinti in una qualche attività, iniziativa o progetto in grado di sviluppare valore per il bene comune.

Giovanni Scifoni (Ph. Filiberto Mariani)

ReWriters Live
Due volte al mese, siamo in diretta streaming su Facebook e YouTube, e sui canali social dell’Associazione Save The Women, nostro partner: si presentano il mag-book e il personaggiə del mese (format ReWriters game-changer). Si parla inoltre di performing art, on screen, musica, sessualità, letteratura, moda, comics&games, food&wine, clubbing, tecnologia e web, cultura queer, post feminism, travel, diritti, cooperazione, solidarietà, integrazione, identità europea, salute, astrologia, bambini e infanzia, animali, ambiente, sostenibilità, satira, sport, imprenditori e imprenditrici e politica. Tra gli ospiti speciali, anche la scrittrice Lidia Ravera, il conduttore tv Carlo Massarini, l’attrice Arianna Porcelli Safonov, l’artista David Riondino, la giudice femminista Paola Di Nicola, e tantə altə.

Loredana Bertè

ReWriters Fest.: riscrivere la contemporaneità
La prima edizione del festival è al WEGIL di Roma, il 15, 16, 17 ottobre 2021, con la direzione artistica di Ernesto Assante e Eugenia Romanelli, e il patrocinio del Ministero della Cultura e della Regione Lazio. Ogni anno, i riscrittori e le riscrittrici del nostro movimento culturale incontrano la società civile con sessioni tematiche varie che vanno dai post femminismi, alla cultura queer, dalla sostenibilità alle nuove frontiere della tecnologia, del food e della salute, oltre a tanti altri focus. Intellettualə, accademicə, scrittori e scrittrici, giornalistə, influencer, scienziatə, changemakers, attivistə, opinionistə, game-changer si confrontano sulla riscrittura dell’immaginario della contemporaneità per costruire nuovi scenari di significazione capaci di orientare le prossime generazioni nello sviluppo di buone pratiche. In contemporanea, all’insegna dell’infotainment e dell’edutainment, anche mostre d’arte, concerti live, aperitivi con presentazioni di libri, performance, tavole rotonde e lezioni aperte, dj set e incontri con artisti.

Federica Cacciola/Martina Dell’Ombra (Ph. Filiberto Mariani)

ReWriters Workshop
Trimestralmente, ReWriters organizza un workshop online in ri-scrittura per soli 30 partecipanti con docenti stellari come la scrittrice Lidia Ravera, il critico Ernesto Assante, Antonio Padellaro, founder di Il Fatto Quotidiano, Giovanna Melandri, Presidente del Museo MAXXI, Rory Cappelli di La Repubblica, la scrittrice Teresa Ciabatti, il filosofo femminista Lorenzo Gasparrini, il direttore di Exibart Cesare Biasini Selvaggi, il linguista Massimo Arcangeli, il digital coach Umberto Macchi, Laura Basile, speaker di Radio Number One, Beatrice Caputo, senior vice president di BPRESS, etc.

Michela Andreozzi (Ph. Filiberto Mariani)

ReWriters 4.
E’ un format che prevede collaborazioni con altre testate (L’Espresso, Il Fatto Quotidiano, The Post Internazionale (TPI) e Radio Number One), in cui la Presidente dell’Associazione Culturale ReWriters Eugenia Romanelli firma un editoriale sulla riscrittura dell’immaginario della contemporaneità per le prime due testate ed è ospite fissa con una rubrica sullo stesso tema della radio, ogni giovedi alle 10.30. Inoltre, ReWriters è anche un corso di (ri)scrittura presso la Scuola di Scrittura Aleph.

Carlo Massarini (Ph. Filiberto Mariani)

ReWriters è multicanale: scopri il nostro modo di comunicare attraverso i social, Spotify e TikTok compresi, e iscriviti alla nostra newsletter mensile!


logo-rewriters

Team ReWriters digitale:
Direttrice Responsabile: Eugenia Romanelli
Condirettrice: Vera Risi
Copertina: Fabio Lovino, Guido Fuà
Web Master: KlinWeb Agency
Supporto grafico: Laura Marinelli
Fake News Hunter: @fobia82

Team ReWriters Mag-book:
Responsabile Editoriale: Eugenia Romanelli
Copertina: Sten Lex; ivan; Lucamaleonte
Art Director: Laura Marinelli
Stampa e spedizione: The Factory Paper

Team ReRadio:
Direttore: Ernesto Assante
Vice direttore: Angelo Pinna

Team Daily Pic:
Responsabile della Fotografia: Luisa Briganti, direttrice CSF Adams di Roma
Giuria: Letizia Battaglia
Partner: Crumb Gallery – Women in arts

Team La vignetta del giorno:
Responsabile: Elisa Castellano, founder di Spaghetti Comics, in collaborazione con Fabio Magnasciutti
Partner: Officina B5 scuola di Illustrazione

Team Comunicazione e marketing:
Ufficio Stampa: Studio Alfa
Event Management: Double Studio
Social Media Management: consulenza di Giovanni Prattichizzo, SMM di Istat
Telegram Manager: Eugenia Romanelli
Tiktok Artist: TheGenderQueen – Carlo Marchese
Spotify Playlister: Lorenzo Tiezzi feat. Nu-Zone

Direttore artistico: Ernesto Assante
Progettista: Anna Chiara Forte
Segreteria: Martina Biscarini

Sede creativa: Artkademy, Milano

Consulenza legale: Studio Forte

Comitato Scientifico

Aderisco al Comitato Scientifico per dare una mano a questo lavoro di riscrittura che vuole aiutare le nuove generazioni a costruire un nuovo immaginario e nuove rappresentazioni libere. Letizia Battaglia, fotografa

Aderisco al Comitato Scientifico perché sono uno spirito libero e credo che oggi, più che mai, ci sia bisogno in Bioetica di un pensiero libero che non si limiti ad applicare vecchie categorie a nuovi problemi, ma accetti audacemente la sfida dell’immaginazione e della creatività. Luisella Battaglia, Founder Istituto Italiano di Bioetica

Aderisco al Comitato Scientifico perché ReWriters è un progetto politico, nell’accezione della polis, della responsabilità verso il bene comune. Perché abbiamo l’obbligo di ripensare radicalmente i modelli di governo, di coesione sociale, di convivenza con le intelligenze non umane, la partecipazione attiva in quanto esercizio di democrazia. Perché ReWriters è un percorso generativo che si alimenta di Cultura, l’unica in grado di alzare l’asticella del senso del possibile. Cesare Biasini Selvaggi, Direttore Exibart

Aderisco al Comitato Scientifico perché in un mondo di leader maschi autocentrati credo si utile il pensiero collettivo delle donne. Senatrice per il Partito Democratico

Aderisco al Comitato Scientifico per lo slancio autentico con cui ReWriters, dal basso e con voci plurali, sta cercando di riscrivere il nostro presente per un futuro più sostenibile e ci affianchiamo a questa operazione multipotenziale di changemaking. Giancarlo Leone, Presidente dell’Associazione produttori televisivi

Aderisco al Comitato Scientifico perché un mondo nuovo bussa alla porta ed è arrivato il momento di spalancarla. Proveró a portare l’antica passione radicale per un futuro più giusto. Riccardo Magi, Deputato radicale

Aderisco al Comitato Scientifico perché mai come in questo momento abbiamo bisogno di officine collettive di pensiero e pratiche. Luoghi per ri-scrivere (re-write) il nostro modo di stare insieme. Giovanna Melandri, Presidente della Fondazione MAXXI

Aderisco al Comitato Scientifico perché, da quando è scomparsa la sinistra, non appartengo più a niente. Sono stufa di pensare da sola. Voglio ripartire da un gruppo di gente che pensa insieme. Lidia Ravera, scrittrice

Aderisco al Comitato Scientifico perché penso che sia la stanza in più di ReWriters. Una stanza di riflessione anticonformista per un’idea di società consapevole e libera, propria di una delle poche iniziative partite dal basso e innovatrici nella comunicazione del nostro paese. Niccolò Rinaldi, funzionario UE, membro della Direzione Nazionale del Partito Repubblicano

Aderisco al Comitato scientifico perché mi riconosco nel Manifesto di ReWriters. Credo nella comunità bella (non la community), e nel potere dirompente della consilienza, quel _jumping together_  che, se fatto all’unisono, può far tremare la terra. Parliamo incessantemente, ora più che mai, dei nostri timori, delle nostre frustrazioni e dei nostri dubbi, ma parliamo raramente dei nostri sogni. E’ arrivato il momento di parlarne. Barbara Santoro, life, business e corporate coach

Condividi: