Giovedì 5

Programma Nuovo Teatro Ateneo
(Vai al programma Aula Ex Dopo Lavoro)

Eugenia Romanelli e Max Gazzè al ReWriters fest.
Ore 10.30-15.30
Live painting di Alice Pasquini
(ingresso gratuito previa prenotazione qui)

Alice Pasquini è la più nota donna street artist italiana. I suoi lavori sono visibili in varie città dove è stata chiamata a realizzare opere pubbliche di committenza statale, tra cui: Sydney, Mosca, Singapore, Amsterdam, Londra, Berlino, Oslo, New York, Buenos Aires, Yogyakarta, Barcellona, Copenhagen, Marrakech, Saigon, Roma e Napoli. La sua ricerca varia dalla narrazione della vitalità femminile, lontana dallo stereotipo donna-oggetto, alle installazioni con l’uso di materiali inconsueti. È stata recensita da quotidiani internazionali tra cui International New York Times e Wall Street Journal. Ha esposto al Saatchi Gallery, all’Ambasciata Americana di Roma, al MACRO – Museo di Arte Contemporanea di Roma, Mutuo Centro de Arte Barcellona, all’Espace Pierre Cardin. E’ inserita nell’Enciclopedia Treccani.

Ore 12.00-13.00
Incontro con Vittoria Schisano e Alessio Piccirillo
(ingresso gratuito previa prenotazione qui)

Ivan Cotroneo, autore, scrittore e sceneggiatore, dialoga con Vittoria Schisano, attrice e doppiatrice, e Alessio Piccirillo, ufficio stampa nel mondo del cinema, a partire dal libro “Siamo stelle che brillano” (La Corte), un romanzo che mette in luce l’intima tempesta che si scatena dentro al protagonista ma anche la collettiva e rumorosa presa di coscienza del movimento LGBTQ+ che inizia a far sentire la propria voce all’interno di una società che sembra non voler né vedere né ascoltare. Modera la giornalista di Repubblica Alessandra Paolini.

Ore 13.30-14.30
Incontro con Francesca Fagnani
(ingresso gratuito previa prenotazione qui)

Francesca Fagnani, giornalista e conduttrice tv, viene intervistata da Rory Cappelli, giornalista di Repubblicae sul suo libro “Mala. Roma criminale” (SEM). Con il rigore della cronista di razza, Francesca Fagnani esamina le fonti giudiziarie, collega i fatti, ricostruisce antiche alleanze e recenti rivalità che definiscono la geografia criminale della Capitale. Mala è un’inchiesta documentata, implacabile e travolgente come una serie tv sui narcos sudamericani, che svela chi sono i nuovi padroni di Roma, la città che si diceva non volesse padroni.

15.00-16.30
Sport, diversità e inclusione: verso la cultura dell’unicità
(ingresso gratuito previa prenotazione qui)

A cura di Fulvio Matteoni, co-founder dell’Associazione Side By Side e autore di “Pickleball mania”, con Giusy Versace, atleta paralimpica, conduttrice televisiva e politica italiana, Annalisa Minetti, cantautrice, atleta e modella italiana, Francesca Schiavone, tennista, prima e unica donna italiana vincitrice del  Rolland Garros, Martina Rogato, Co-Chair del Wome 7 per la Presidenza Italiana del G7 2024, tra i change-maker scelti da Papa Francesco per ridisegnare una nuova economia sostenibile, Maurizia Cacciatori, ex pallavolista, già capitana della Nazionale Italiana di Pallavolo, Rachele Sangiuliano, pallavolista, ha vinto i mondiali del 2002 in Germania con la Nazionale Italiana di Pallavolo.

17.00-18.30
Inaugurazione ReWriters Web Art Gallery
(ingresso gratuito previa prenotazione qui)

Rory Cappelli, giornalista di Repubblica, curatrice della ReWriters Web Art Gallery e gallerista di Crumb Gallery, la prima galleria europea dedicata esclusivamente a donne artiste, presenta i lavori del vignettista Vauro, della street artist Alice Pasquini, degli artisti Paolo Campagnolo e Federico Solmi e della video-artist Francesca Fini, alla presenza delle e degli autori. A seguire interviste alle e ai vincitori del Premio Vauro, del Premio Paolo Woods e del Premio Crumb Gallery.

20.30-21.00
Heren Wolf live concert per il Premio Assante
(ingresso gratuito previa prenotazione qui)

Heren Wolf, cantautore di musica chamber-pop con tra l’Inghilterra e l’Italia, è stato selezionato dal produttore Stefano Bonagura, consulente musicale del ReWriters fest. per il concorrere Premio Assante 2024. La sua musica è caratterizzata da paesaggi sonori cinematici e da una voce accorata, con testi fortemente introspettivi. Oltre a esplorare questioni personali, Heren affronta anche tematiche socio-politiche, tra cui i diritti LGBTQIA+, dei migranti, il transfemminismo e il razzismo. Dal 2018, si esibisce in vari locali e festival in tutta l’Inghilterra, come The Social, St Pancras Old Church, Kite Festival e Folkstone Pride, e in Austria. Nel 2022, è stato selezionato tra gli 8 finalisti del concorso Music For Change, partecipando a una residenza artistica ai Bocs Art di Cosenza. Collabora attivamente con i cori Citizens of The World, composti principalmente da rifugiati, richiedenti asilo e migranti, e London Contemporary Voices. Ha condiviso il palco con artisti di fama come Emili Sande, Ian Shaw, Amber Run, Basement Jaxx, Elena Tonra, Orlando Weeks e molti altri. Attualmente, Heren sta lavorando al suo primo album in italiano e a un progetto musicale che narra le storie dei rifugiati insieme a scrittori, artisti e musicisti siriani, senegalesi e di seconde generazioni.

Programma Aula Ex Dopo Lavoro
(Vai al programma Nuovo Teatro Ateneo)

Maria Grazia Cucinotta e Eugenia Romanelli al ReWriters fest.
Ore 11.30-12.30
Presentazione del libro “Storiə dell’artə”
(ingresso gratuito previa prenotazione qui)

L’autore, Giosué Prezioso, Forbes Under 30, direttore degli Studi dell’università Unicollege di Torino, dialoga sul suo libro (Kalos) con Fabio Canino, conduttore tv, Rory Cappelli, giornalista di Repubblica, e Cesare Biasini Selvaggi, Direttore editoriale Exibart e conduttore del programma Stato dell’Artdirettore di Exibart

Ore 13.00-14.00
Incontro con Selvaggia Lucarelli
(ingresso gratuito previa prenotazione qui)

Selvaggia Lucarelli viene intervistata dalla giornalista di Repubblica Rory Cappelli sul suo libro “Il vaso di pandoro. Ascesa e caduta dei Ferragnez” (Paper First), la storia dell’inchiesta che ha cambiato per sempre il mondo degli influencer, imponendo più di una riflessione su come sia pericoloso, oggi, maneggiare un successo così incorporeo da svanire in un click. La questione è che quel vaso di Pandoro, che sia sigillato o rovinosamente aperto, riguarda tutti noi.

Ore 14.30-15.30
L’ageismo e la riscrittura dell’immaginario
(ingresso gratuito previa prenotazione qui)

La giornalista di Repubblica Alessandra Paolini dialoga con Licia Fertz, l’influencer più anziana d’Italia, il nipote Elo Usai e la scrittrice Lidia Ravera, autrice del libro “Age Pride. Per liberarci dai pregiudizi sull’età” (Einaudi). Fertz ha 92 anni e con l’aiuto del nipote ha creato il profilo instagram Buongiorno nonna che ha oltre 250k followers. Insieme hanno scritto un libro intitolato “Non c’è tempo per essere tristi” (De Agostini) sulla sua vita travagliata e su come anche in tarda età ha saputo reagire alle avversità approdando con entusiasmo sui social.

Ore 17.30-18.30
Incontro con Cathy La Torre
(ingresso gratuito previa prenotazione qui)

La giornalista di Repubblica Maria Novella De Luca presenta il libro “Non è normale. Se è violenza non è amore” (Feltrinelli) di Cathy La Torre, avvocata, founder di Wildside Human First, studio legale, attivista sui diritti umani e civili, esperta di diritto antidiscriminatorio, diritto digitale e delle nuove tecnologie e sul trattamento dei dati personali.

Ore 19.00-20.30
Quo vadis Queer? La cultura dell’unicità come trampolino per il 2030
(ingresso gratuito previa prenotazione qui)

A cura di Vitto Pascale, founder di Genderation, attivista LGBTQIA+, con Francesca Pascale, attivista, Asia Cione, Vice Presidente Associazione Libellula, Karma B, artist*, Paolo Camilli, attore e regista, Guglielmo Scilla (Willwoosh), youtuber e attore.

Condividi: