Il mondo perduto

 Una misteriosa vetta immersa tra le nuvole alta quasi 2800 mt. Le caratteristiche del luogo e l’isolamento prolungato hanno generato uno scrigno di biodiversità dove si possono...

Acquista il nuovo numero
del Mag-Book: “Il futuro dei social network”, a cura di Giovanni Prattichizzo, social media manager dell'Istat

Quando si parla di riscrittura dell’immaginario collettivo, i social network hanno, nel bene e nel male, un ruolo predittivo. Se è vero che i social come li avevamo conosciuti quasi non esistono più, soprattutto nell'accezione di piattaforme destinate a creare connessioni e relazioni fra le persone, mentre sono sempre di più, invece, piattaforme per prodotti di intrattenimento, immersivi ed esperienziali, è anche vero che continuano ad agire in modo prorompente sulla complessità della società: la loro interazione e comunicazione reticolare è divenuta produzione culturale, generazione di rappresentazioni e di contenuti. In questo Mag-Book abbiamo cercato di immaginare quali caratteristiche e quali applicazioni potrà avere il socialverso del futuro provando ad immergerci nei luoghi inesplorati o poco visibili del web sociale a partire dal “presente permanente”, della fruizione ed utilizzo dei social nella vita quotidiana (dalla GenZ alla Pubblica Amministrazione) per giungere al ruolo che svolgeranno nel metaverso, ecosistema inclusivo nel quale le persone possono interagire, trovare opportunità, e vivere esperienze, intime e sociali.

In questo numero articoli di Simonetta Pozzi, ideatrice di Women in the Metaverse; Francesco Di Costanzo, Presidente PA Social e Fondazione Italia Digitale; Alessandro Paolucci, scrittore e founder di @Dio; Francesca Comunello, professoressa ordinaria di Comunicazione e Internet Studies presso Sapienza Università di Roma; Nicoletta Boldrini, direttrice di Tech4Future, e tantə altrə.



ACQUISTA

Iscriviti alla nostra newsletter
Rimani aggiornatə settimanalmente su tutte le nostre iniziative

Psicopandemia e salute mentale

Science Unplugged, una iniziativa pro bono di Havas Life dedicata a creare cultura in ambito scienza e medicina, torna per dare voce ad esperti sulla salute mentale, un tema rilevante ancora accompagnato da stigma, pregiudizio e non sufficientemente affrontato.

REDAZIONE