I social hanno cambiato il mondo dell’arte, creando un catalogo online infinito, con un giro d’affari da 5,8 miliardi di dollari. Per il mercato italiano a guidare la classifica sui social è Sutnaj, artista in rapida ascesa che su Instagram segna un +11.200,00% rispetto al 2019. Su questa piazza digitale, il 68% degli acquirenti si rinnova ogni anno e proprio online si muovono le più grandi icone dell’arte contemporanea: da Obey (uno degli street artist più popolari) che con il suo hastag #obeygiant ha su Instagram 1,3 milioni follower a #JR che ne ha 1,5 milioni, fino ad arrivare a #Banksy che conta con ben 10,4 milioni di follower, raddoppiando il numero di seguaci dello scorso anno.

Per quanto riguarda il mercato italiano, è Sutnaj, che guida la classifica; artista in rapida ascesa con il suo hashtag #Sutnaj su Instagram, segna un +11.200,00% rispetto al 2019.

L’arte, quindi, viaggia veloce. E chi non fa parte dei network di collezionisti, si informa grazie a Facebook e Instagram. Nonostante il periodo complicato, il mercato online è in crescita, con artisti in rapida ascesa su cui puntare, come Sutnaj che ha superato i 20 mila seguaci su Instagram.

Nome d’arte-anagramma del vero cognome dell’artista italo-argentino, Sutnaj si è trasferito sul web ed ora espone anche nella più grande galleria d’arte online al mondo, Saatchi Art.
Autore 31 anni fa del famoso quadro Bicycle, olio e foglie d’oro 24 carati su tela installata su pannello di legno, si è sempre rifiutato di vendere il suo capolavoro, quotato 520.000 dollari.
Attraverso la prestigiosa galleria Saatchi Art con sede a Los Angeles in California, sono in vendita molti suoi quadri, con valori che — escludendo la quotazione di Bicycle – partono da 8 mila dollari (6.824 euro) ed arrivano a 33 mila dollari (28.150 euro).

I ricavati della vendita sul portale italiano sono interamente devoluti all’associazione senza scopo di lucro «Illustrissima Casa Jantus Lordi de Sobremonte».