Restituire alla città di Roma l’area a ridosso del Tevere che attualmente ospita alcuni servizi Ama e l’impianto Tmb, reso inutilizzabile dall’incendio nel 2018? E’ l’obiettivo di Sabrina Alfonsi, Assessoraall’Agricoltura, Ambiente e Ciclo dei Rifiuti.

Detto fatto. Si comincia con un concerto di musica operistica e da camera e una lectio sul linguaggio della lirica per tirare fuori idee e ripensare, trasformare, riscrivere i luoghi, la loro storia, la loro funzione pubblica.

Sabato 23 aprile alle 18.00 appuntamento per appassionatə, musicistə, attivistə, ambientalistə e cittadinə che perseguono quell’idea di città che la Alfonsi approfondisce nel suo libro, Patto di comunità, mettendo il bene comune al centro (ingresso gratuito da via Sambuca Pistoiese, prenota qui).

L’iniziativa negli spazi dell’ex Tmb Salario è stata chiamata Ama l’Opera ed è organizzata dall’Assessorato all’Agricoltura, Ambiente e Ciclo dei Rifiuti di Roma Capitale, insieme al Municipio III, in collaborazione con AMA, Teatro dell’Opera e Città Ideale – GAU Gallerie d’Arte Urbana:

Stiamo cominciando a ragionare tutti insieme – dice Alfonsi – sul percorso che ci dovrà condurre, entro il mandato del Sindaco, a realizzare il grande progetto di bonifica e riqualificazione di questo sito, che per anni ha rappresentato un problema e che ora vogliamo diventi una magnifica opportunità per questo territorio e per l’intera città. L’ipotesi che stiamo condividendo è quella di procedere, grazie ai finanziamenti della Regione Lazio e alle risorse del PNRR, alla bonifica integrale dell’area, inclusa la demolizione dell’impianto Tmb. In parallelo – avvalendoci della collaborazione delle Università – avvieremo la progettazione di un grande polo cittadino per attività destinate all’economia circolare, per il riuso e il riciclo dei materiali, e un un parco pubblico. Una parte dell’area continuerà a ospitare le attività del Centro di Servizio Ama, come la sede zonale, il rimessaggio e l’officina dei mezzi, un’isola ecologica a servizio del quartiere. Una idea molto ambiziosa, che vogliamo rappresenti la punta avanzata del progetto di economia circolare che vogliamo attuare per rendere Roma una città più sostenibile“.

Dopo un intervento del professor Luca Serianni sull’opera lirica, si esibiranno la Cantoria del Teatro dell’Opera di Roma diretta dal Maestro Giuseppe Sabbatini, accompagnata al pianoforte da Alessia Capoccia del Programma Fabbrica Young Artist Program. Interverranno anche Giona Mason al violino e Gianmarco Tonelli al pianoforte. Nel dettaglio:

Giuseppe Verdi: Va’, pensiero – Gli arredi festivi da Nabucco      
Giuseppe Verdi:  Coro di Zingarelle – Coro di Matadori da La traviata
Gaetano DonizettiChe interminabile andirivieni da Don Pasquale
Giacomo PucciniNessun dorma da Turandot

Adattamento per coro a cappella del Maestro Gabbiani

“Duo Terzo” – Giona Mason, violino; Gianmarco Tonelli, pianoforte
W. A. Mozart: Allegro dalla sonata per pianoforte e violino n.21 in Mi minore, K 304
W. Stenhammar: Allegro con anima dalla sonata per violino e pianoforte Op.19 in La minore
P. I. Tchaikovsky: Mélodie /Chant sans paroles da Souvenir d’un lieu cher, Op.42

Condividi: